I Seamen soffrono, ma vincono ancora

0

I Cisalfa Seamen trovano il modo più complesso e sofferto di centrare la sesta vittoria stagionale e violare il Primo Nebiolo di Torino. Nel 27 a 36 con il quale i Marinai si assicurano l’accesso ai play off, c’è tutta l’essenza di una partita nella quale i campioni d’Italia hanno trovato un avversario molto diverso da quello che recita la sua classifica, risolta soltanto in dirittura d’arrivo. Il vantaggio iniziale, figlio di un field goal e di un touchdown di Stefano Di Tunisi, aveva forse illuso il popolo blue navy, prima che i Giaguari, scesi in campo con un Mark Wright in condizione scintillante, trovassero punti dalle mani di Tamsir Seck per il momentaneo 6 a 10. Un passaggio di Luke Zahradka per Xavier Mitchell ristabiliva le distanze, ma erano ancora i padroni di casa, con un big play da ottantacinque yarde, davvero pesante nell’occasione l’assenza di Anthony Sherrils a dirigere le operazioni della secondaria, a spedire in meta Michael Wacoubo fissando lo score all’intervallo sul 14 a 17.

Nel terzo quarto i Giaguari trovavano addirittura per due volte il vantaggio, prima con Alessandro Mella, risposta affidata a Xavier Mitchell, poi con Jacopo Salsa, replica assicurata da una corsa di undici yarde di Danilo Bonaparte per il nuovo vantaggio blue navy (27-29). Nell’ultima frazione, lo stesso Bonaparte trovava lo spunto per il touchdown della sicurezza, fondamentale per stabilire quei nove punti di vantaggio che ponevano i Cisalfa Seamen al riparo da ulteriori rischi. La difesa faceva poi il resto assicurando una vittoria chiave per proseguire la corsa verso la prima piazza della classifica. Per battere i Giants, ma soprattutto per insidiare gli Swarco Raiders, servirà tuttavia ben altro, perchè gli indubbi meriti dei Giaguari, cui va un plauso per la prestazione fornita sabato sera, non sono sufficienti a giustificare tutte le difficoltà riscontrate, nè gli improvvisi cali di rendimento che rendono la Milano blue navy, allo stato attuale, un pò il dottor Jekyll e Mister Hyde del nostro football.

La speranza dei tifosi è che tra sette giorni i Marinai offrano il miglior volto, giocando la partita della loro vita. Ipotesi non remota analizzando il recente passato nel quale gli uomini di Michael Wood, nel momento del bisogno, hanno saputo spesso gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Ufficio Stampa Seamen Milano

foto Dario Fumagalli

Prima divisione week 7
Giaguari Torino – Cisalfa Seamen 27-36
(0-10 14-7 13-12 0-7)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here